MITI & LEGGENDE

Il mistero del lago di Scanno


ll livello dell’acqua sceso di almeno sei metri in meno di un anno, le bussole dei sommozzatori impazzite, un oggetto non identificato sepolto nel fondale e, infine, armi e munizioni dell’ultima guerra che riaffiorano dopo quasi settant’anni. Se non fosse per la concretezza dei suoi abitanti, i quali respingono fantasiose ipotesi stile Loch Ness, si direbbe che cose strane accadono a Scanno e nei dintorni dell’omonimo lago abruzzese, il più grande della regione, formatosi a causa di una frana migliaia di anni fa.
 Se ne occupa il Corriere della Sera con un certo tono allarmistico e la notizia fa subito il giro della rete.

Re Magi, la vera storia di un mito religioso del nostro tempo


Non erano re, non è detto che fossero tre e certamente non seguirono una cometa. Che venissero dalla Persia o dalla Mesopotamia è solo un’ipotesi; che si chiamassero Melchiorre, Baldassarre e Gaspare una leggenda; che uno di loro fosse di pelle nera, una fantasiosa invenzione. Benché siano citati da un solo vangelo su quattro (Matteo), che dedica loro dodici versetti in tutto (2: 1-12), l’aneddoto che li riguarda è uno dei più popolari (e falsificati) della storia sacra. Stiamo parlando della festa dell'Epifania che celebra l'arrivo sulla scia di una stella sacra del trio che rende omaggio alla nascità di Gesù figlio di Dio.
Ma allora, i Magi sono davvero esistiti?

La storia dell'Interrogazione parlamentare sugli ufo in Italia

In Italia gli ufo arrivano in Parlamento. Il testo di un’interrogazione parlamentare presentata il 20 dicembre scorso alla Camera dei Deputati da Giuseppe Vatinno e Francesco Barbato, iscritti al gruppo dell’Italia dei Valori, chiede chiarimenti sulla strategia di studio degli oggetti non identificati in Italia. In particolare al Ministro della Difesa e al Ministro degli Esteri è chiesto di precisare «se l’Italia disponga e dove di eventuali strutture delle Forze armate o di altri Corpi dello Stato dediti allo studio del fenomeno ufologico, se siano stati prodotti documenti e relazioni riservati in ambito nazionale o Nato, se infine in Italia si possa prevedere la creazione di una struttura dedicata munita dei requisiti di trasparenza pubblica». 
Ma nel documento le premesse sono sbagliate, vediamo perchè.

Avvistata una "tazza" su Marte, realtà o pura finzione?


Un nuovo oggetto marziano fa discutere la rete. Il Mars Science Laboratory meglio noto come Curiosity, avrebbe ripreso un oggetto palesemente artificiale. Nel video pubblicato su You Tube e ripreso anche da Mistero, vengono proposte delle slide di immagini tra le quali spunta una sorta di piccola anfora. Sulla natura non convenzionale del manufatto non ci sembrerebbero discussioni, il punto resta la veridicità delle immagini, e la possibile ipotesi che l'oggetto sia un componente del rover, cosa già capitata altre volte.
A seguire approfondimenti, video e foto